Produzioni sociali

La cooperativa sociale di inserimento lavorativo di cui all’art.1, comma 1, lettera b), della Legge 381/91 costituisce una particolare forma di impresa che ha lo scopo di realizzare la piena integrazione delle persona in difficoltà, mediante lo svolgimento di attività agricole, industriali o di servizi finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

E’ una cooperativa a tutti gli effetti, ma con una finalità tutta particolare, di rilevanza pubblica, che si estrinseca nella dilatazione dell’area della domanda del lavoro verso persone emarginate. La cooperativa di inserimento lavorativo è uno strumento di mediazione che favorisce l’accesso al lavoro delle fasce deboli e, nel contempo, con il contributo di queste, gestisce veri e propri processi produttivi che creano valore economico.

La mission della cooperativa di inserimento è, dunque, la promozione alla condizione lavorativa di risorse umane che altrimenti rimarrebbero consegnate in quella socio-assistenziale.

La cooperativa sociale di tipo B si caratterizza per l’intreccio singolare tra finalità pubbliche generali (valorizzazione delle capacità lavorative e personali della persona in difficoltà) e strumentazione imprenditoriale (capacità di produrre beni e servizi, in condizioni di autonomia economica, anche grazie al contributo di persone solitamente escluse dal mercato del lavoro).

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather